La Rocca Brancaleone di Ravenna. Giardino e Teatro.

L'antica fortezza ravennate Rocca Brancaleone si trova nel centro storico di Ravenna a 5 minuti dalla stazione ferroviaria. La Rocca dispone di un ampio posteggio auto ed è raggiungibile dalla linea bus n. 2, 3 e 5 con fermata dell'autobus distante 20 metri. Vicino sono visitabili anche il famoso Mausoleo di Teodorico e Porta Serrata. La Rocca Brancaleone oggi è un parco pubblico con servizi ed ingresso gratuito, valorizzato da un ampio giardino interno di circa 17.000 mq,
Ingresso Rocca
realizzato nei primi anni '70 all'interno delle mura dell'antica fortezza grazie alla direzione della Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici delle province di Ravenna, Ferrara e Forlì. Sempre in quegli anni all'interno della Rocca Brancaleone, fu realizzato il grande teatro all'aperto, con accesso al pubblico direttamente dal giardino della Rocca. Nel teatro si svolgono importanti rappresentazione teatrali, musicali e cinematografiche. I lavori nella zona esterna alle mura, furono invece realizzati nel 1988 dall'Ufficio tecnico comunale che eseguì anche un progetto di sistemazione dell'arredo urbano circostante la fortezza, per rivalutare la zona e facilitarne l'accesso per mezzo di pontili in legno.
Giardino Rocca Brancaleone
Il parco cittadino, protetto e chiuso durante la notte,  permette ai turisti visitatori e alle famiglie di passeggiare in tutta sicurezza su percorsi realizzati in arenaria. La visita a questo parco è particolarmente adatta ai bambini grazie alla presenza di una pista di pattinaggio e di alcuni giochi come altalene e scivoli. Se invece ci si vuole semplicemente rilassare, l'ombra degli alberi e il silenzio rotto solo da una fontana, sono ideali per leggere un libro nell'atmosfera calma e tranquilla del giardino. Durante le passeggiate nel parco ,si potrà seguire un interessante percorso didattico con pannelli che illustrano le caratteristiche storiche, architettoniche e funzionali della Rocca Brancaleone. Le indicazioni spiegano anche le varie tipologie arboree presenti al suo interno. All'esterno, un'area verde adiacente alle mura della Rocca, è dedicata alle passeggiate in compagnia dei propri cani.

Il teatro nella rocca

Tra restauri e recuperi, il primo spettacolo musicale tenutosi all'interno delle mura, nell'arena della Rocca, si tenne il 30 luglio 1971, con una rassegna organizzata dall’associazione “Angelo Mariani”. Sul palcoscenico arriva per prima la Filarmonica della città bulgara di Ruse diretta da Kamen Goleminov.
Teatro
Il 26 luglio 1974 nasce qui Ravenna Jazz, il più longevo appuntamento d’Italia con la musica afro-americana. Quelle prime “Giornate del jazz” ospitano il quintetto di Charles Mingus e la Thad Jones/Mel Lewis Orchestra. Negli anni Ottanta il testimone passa poi all’opera lirica con allestimenti di Aldo Rossi e Gae Aulenti. Si arriva così al 1 luglio 1990 quando Riccardo Muti dirige l’Orchestra Filarmonica della Scala e del Coro della Radio Svedese e tra le antiche mura della Rocca risuona il primo movimento: Adagio – Allegro spiritoso della Sinfonia n. 36 in Do maggiore K 425 di Wolfgang Amadeus Mozart, meglio conosciuta come Sinfonia Linzer. Si inaugura così Ravenna Festival.

La storia

La Rocca Brancaleone fu costruita dai veneziani a partire dal 1457 allo scopo di rafforzare le difese della città sul lato nord-est della stessa, inoltre doveva servire come protezione in caso di ribellione civile dei ravennati. La fortificazione fu costruita anche sulle macerie della chiesa di S. Andrea dei Goti realizzata da Teodorico. Il progetto fu realizzato da Vitale Lando e Giacomo Corner sotto la direzione di Giovanni Francesco da Massa.
Torrione

E' interessante sapere che il podestà Pietro Zorzi interrò tre monete di rame sulle quali l'arcivescovo Bartolomeo Roverella pose la prima pietra della Rocca, dando così inizio al cantiere. Si pensa che questa fortificazione non dovesse servire principalmente per la difesa di Ravenna, ma per il controllo della stessa, infatti sulle mura si contavano 36 bombardieri rivolti verso l’abitato e solo 14 verso l’esterno. La Rocca si trovava nell'angolo nord-est del perimetro murario, a ridosso della strada che portava a Venezia, strada che sarebbe poi diventata l'odierna strada Romea S.S 309 che collega Ravenna a Venezia.
Cartina
Sul lato Sud del perimetro della fortezza, dove ora si trova il giardino pubblico, era situata la cittadella su un'area di 14.000 mq usata per gli alloggi dei soldati, per i depositi di merci alimentari e di armi, inoltre come stalle per i cavalli ed altri servizi. Il punto principale della fortezza era costituito dalla Rocca, o ridotto (Ora sede del teatro), ovvero una fortificazione  più piccola della cittadella dove alloggiavano le guarnigioni. Questo era composto da un ampio quadrilatero di circa 2180 mq di superficie rafforzato da quattro imponenti torri circolari agli angoli, molto massicce e poco sviluppate in altezza.
Pontile Rocca
Questi torrioni sono progettati come elementi difensivi e sono collegati da larghe mura percorribili dai soldati. La Rocca Brancaleone era accessibile tramite un pontile fortificato, la fortezza nel suo perimetro complessivo disponeva agli angoli della mura dei torrioni difensivi, di cui due circolari e due semicircolari. All'esterno correva tutto attorno un ampio fossato dove scorreva acqua. Il fossato, faceva parte del dispositivo difensivo della cittadella fortificata. Le tracce sono ancora oggi abbastanza visibili nonostante i lavori di riempimento realizzati negli anni 70.

Indirizzo e Telefono

Via Rocca Brancaleone - Ravenna - Italia
+39 0544 35404
+39 0544 35755

Commenti