I consigli della nonna

Di seguito scopriamo cosa pensano ad oggi le nostre nonne romagnole sulla cucina di paese tradizionale, cibo schietto un po' rude che racchiude l'essenza stessa della Romagna.
La piadineria di una volta
Antica piadineria sul lungomare di Cervia
Abbiamo rivolto alcune domande a due simpatiche nonnine sulla cucina tipica di una volta per conoscere come si preparava da mangiare anticamente e come si cucina e si mangia ai giorni d'oggi.

I piatti tipici romagnoli?

Quelli di adesso sono: cappelletti, tagliatelle, pasta ai fagioli, pasta e ceci, strozzapreti...
I tipici piatti romagnoli sono: pasta ai fagioli, tagliatelle al ragù, pasta al forno, passatelli in brodo, pasta e ceci...

E quelli di una volta?

Quelli di una volta erano gli stessi, solamente un po' più poveri. La mia mamma mi raccontava che quando lei era bambina, faceva la contadina ed era in una famiglia di venti persone, c'era miseria e allora le uova non venivano utilizzate per fare da mangiare, ma per comprare i vestiti. Poi per la guerra mi raccontava che non c'era la farina e quindi si mangiava il pane integrale, pensa, noi adesso lo mangiamo per la dieta e loro invece perché non c'era nient'altro.

Che differenza c'è tra la cucina di adesso e quella di una volta?

Una volta si fabbricava tutto in casa mentre adesso la piadina, per esempio, le vostre mamme la vanno a comprare. Io invece che sono nonna, faccio ancora la piadina in casa perché ho abituato il nonno alla cucina casalinga, adesso le vostre mamme non hanno più tempo, lavorano, magari comprano i cibi surgelati.
Nonne romagnole intrecciano cesti di canapa
Signore romagnole intrecciano cesti e canapa
La cucina di una volta era una cucina più povera invece adesso la cucina è più complicata: ci sono più cose, più ingredienti, più condimenti..."



E' complicata la cucina romagnola o semplice?

La cucina romagnola è semplicissima solo che ci vuole un po' di tempo. Per esempio, i fagioli si comprano che sono già pronti, una volta invece, io lo faccio ancora oggi, i fagioli si mettevano a bagno la sera, poi di mattina bisognava farli cuocere due o tre ore piano piano. La cucina romagnola è semplicissima, è tutta roba genuina ed è buona per forza; solo che ci vuole un po' di tempo. E' semplice, perché è una cucina tradizionale, è una cucina che non è elaborata. Quelle di adesso sono più complicate.

Qual'è il piatto più semplice? E quello più complesso?

Fare un po' di sfoglia, è un buon piatto ed è semplicissimo, mentre se ti metti a fare le lasagne al forno sono più complicate e ci vuole più tempo.
Antonello Moroni Savignano 1889 - La Nonna
Antonello Moroni
(Savignano di Romagna, 1889 - Gatteo, 1930)
 La Nonna
Il piatto più semplice è un piatto di tagliatelle al ragù, mentre gli altri piatti più elaborati come cappelletti, pasta al forno..., richiedono più tempo."

Meglio la cucina di adesso o di una volta?

Preferisco la cucina di una volta perché era una cucina più sana, mentre adesso la cucina sarà migliore ma fa male perché gli ingredienti crescono artificialmente con prodotti chimici.


Commenti