Chiesa del Santissimo Redentore

La chiesa del Santissimo Redentore viene costruita a Ravenna verso la fine degli anni '70 , quando si iniziò a costruire una baracca ai margini del terreno ove adesso si trova la chiesa. Il trasferimento dall'amatissima cappella Callegari avvenne con una processione il giorno delle palme del 1979. Vi era allora un parroco di nome Don Edero. La baracca attraverso una parete fu divisa in due locali: la chiesa vera e propria e una saletta adibita al catechismo, alle riunioni e alla sacrestia.

La chiesa del Santissimo Redentore
Nel 1980 iniziarono ufficialmente i lavori di costruzione del teatro parrocchiale e nell'anno 1981 si inaugurò il primo edificio parrocchiale, il teatrino, adibito provvisoriamente a chiesa. Negli anni successivi 1982/83/84 si continuò alla costruzione dell'attuale chiesa che il 5 ottobre del 1985, l'arcivescovo di allora Mons. Tonini, inaugurava come chiesa parrocchiale del SS. Redentore a Ravenna. 

Ora la chiesa è al servizio di tutto il quartiere che negli ultimi anni si è ampliato con la costruzione di numerose abitazioni e di strutture ricreative e commerciali. Da circa una decina d'anni è parroco Don Fulvio Bresciani che ringraziamo per le informazioni forniteci tramite il giornalino "L'Araldino Nuovo" da cui abbiamo ricavato le informazioni scritte dal signor Mauro Martignani. Dal dal 25 Ottobre 2015 il parroco della parrocchia del SS.Redentore è Don Alberto Brunelli nato a Ferrara 26 febbraio 1961.

Commenti