Premilcuore

Rocca dei Conti Guidi

A undici chilometri sopra il paese. Fu seriamente lesionata dal terremoto del 1661, cosicché oggi rimangono in piedi solo alcuni tratti dell'alto muro a scarpata mentre il mozzicone della torre č stato in parte recuperato, ricavandone un'abitazione civile.

Palazzo Briccolani Bandini

Rinascimentale, a tre piani, con portali a bugne ed a punta di diamante. Notevoli le inferriate a disegni geometrici. Č divenuto mostra permanente del mobile d'arte.

Pieve di San Martino in Alpe

E' ricca di numerose tele di valore e custodisce un prezioso crocifisso del XV secolo. Nella canonica sono conservati alcuni reperti archeologia. La pieve fu probabilmente eretta sulle rovine di un tempio pagano attorno all'anno mille.

Porta Fiorentina

Risale al 1593 ed è a forma di torre merlata. con un orologio nella sommità.

Oratorio di San Lorenzo

La chiesetta esisteva già nel 1300, ma la struttura odierna è seicentesca. Conserva il dipinto della "Vergine del Rosario", che taluni attribuiscono ad Andrea del Sarto.

Museo della Fauna e della Flora

Aperto tutto l'anno, è ricco di animali di varie specie impagliati, di audiovisivi, materiale librario e fotografico. Illustra, in particolare, le vicende dell'evoluzione biologica e geomorfologica dell'Appennino forlivese.

La storia di Premilcuore

Tuttora incerte le origini della cittadina, al di là di una leggenda che vorrebbe che a darle i natali sia stato un soldato romano rifugiatosi per sottrarsi al castigo dell'imperatore Caracalla. "Castrum Piani Mercurii", a ogni modo, di sicuro nel 1124 era feudo dell'abbazia di San Benedetto: lo si deduce da una bolla di papa Callisto II. Successivamente il Castrum fu concesso ai conti Guidi di Modigliana, a cui subentrò il vicariato delle Fiumane di Bertinoro e quindi i fiorentini. 
Fin dal 1376 gli abitanti, in forza di statuti speciali emanati visto che il paese era ai confini con lo Stato Pontificio, godettero di una certa autonomia. Con lanciare dei secoli Premilcuore perse però l'importanza assunta, sia per i tremendi terremoti che la sconvolsero nel 1600, sia per il progressivo degrado della strada che conduceva a Firenze, ridottasi col tempo a poco più di una mulattiera. Nel 1700 gli statuti vennero aboliti. Premilcuore continuò a far parte della provincia di Firenze fino al 1923, poi fu assegnata a Forlì.

Dove si trova Premilcuore?

Altezza sul mare: m 459
Distanza da Forlì: km 42
Frazioni di Premilcuore: Castel dell'Alpe, Fiumicello, Giumella, Ponte Fantella, Sant'Agata in Montalto.



Commenti